V2X/V2G è un'impresa redditizia per gli stakeholder dell'energia?

15 novembre 2021
è v2x profittevole|
è v2x redditizio

Si prevede che il mercato globale V2X/V2G crescerà ad un tasso di crescita annuo composto del 45% tra il 2020 e il 2026, ma quanto profitto porta agli stakeholder del settore energetico?

  1. fornitori di energia
  2. operatori del sistema di distribuzione
  3. operatori del sistema di trasmissione
  4. Proprietari di EV e gestori di flotte EV.

Ognuno di questi stakeholder influenza il settore energetico o ne è influenzato in un modo o nell'altro. Supponiamo di avere un'implementazione completa del V2X a livello globale. Sono loro a spingere, e possono farlo solo se i benefici sono chiari. Ecco alcune intuizioni che ho per quanto riguarda la redditività del V2X/V2G per queste parti interessate.Comincerò con i fornitori di energia.

Redditività del V2X per i fornitori di energia.

I fornitori di energia si riferiscono all'insieme di tutte le industrie di produzione e vendita di energia. Comprano energia dal mercato dell'energia e la forniscono ai consumatori fatturando loro l'energia usata. Per loro, le fonti di energia rinnovabile sono più economiche e più sostenibili rispetto alle fonti non rinnovabili. Tuttavia, l'integrazione delle fonti di energia rinnovabile come l'eolico e il solare hanno dei limiti. In particolare, la questione del bilanciamento della rete. Se adottiamo V2X/V2G su una scala maggiore, possiamo gestire in modo più efficiente il bilanciamento della rete con le risorse rinnovabili. Così, i produttori di energia possono usare risorse energetiche più economiche e sostenibili in modo conveniente. Nel caso in cui vi sia sfuggito, ho spiegato come possiamo usare i veicoli elettrici per bilanciare le reti qui. Tornando ai fornitori di energia, mi sono imbattuto in un rapporto di ricerca di IRENA che ha mostrato che le risorse rinnovabili sono le fonti di energia più economiche nel 2020, e il World Energy Outlook 2020 ha mostrato che l'energia solare è la fonte di elettricità più economica in assoluto. Se i produttori di energia hanno più fiducia tecnica per imbarcarsi in progetti RE, avranno più possibilità di risparmiare e incanalare nell'espansione di altri progetti RE. In breve, il V2X è redditizio per i fornitori di energia; li fa risparmiare denaro incoraggiando gli investimenti in RE. Recentemente, i fornitori di energia stanno collaborando con altri stakeholder dell'energia in progetti V2X perché capiscono la facilità e il beneficio che ne traggono. Per esempio, in un progetto svedese V2X, Polestar e altri cinque partner, incluso un fornitore di energia - Goteborg Energi - hanno intrapreso un progetto di due anni e nove mesi per costruire due punti di ricarica dimostrativi V2X a Gothenburg. Cosa hanno da guadagnare finanziariamente questi fornitori di energia con il V2X? L'uso del V2X offre grandi benefici al sistema energetico in generale. Si prevede un risparmio energetico fino a 10 miliardi di sterline all'anno nel 2050, se verranno impiegate tecnologie intelligenti e flessibili, in particolare per le applicazioni V2X/V2G.E i DSO e i TSO, l'adozione del V2X/V2G li avvantaggerà?

Quanto è redditizio il V2X per gli operatori dei sistemi di distribuzione e trasmissione?

I DSO, operatori di sistemi di distribuzione, mantengono e sviluppano la rete per fornire un accesso non discriminatorio ai prosumer e ai consumatori di energia. Mentre la funzione del TSO è quella di spostare l'energia dai produttori centralizzati ai prosumer industriali dispersi e agli operatori dei sistemi distribuiti sulla sua rete ad alta tensione. Con il V2X, gli operatori dei sistemi di distribuzione e trasmissione possono gestire la direzione dell'energia nelle linee della rete durante i picchi di domanda per garantire la stabilità della rete. Oltre ai vantaggi tecnici, i benefici finanziari di V2X per gli operatori di rete sono significativi. Un'analisi che Nissan, E.On Drive e l'Imperial College di Londra hanno fatto mostra che i DSO possono risparmiare fino a 980 milioni di euro all'anno sul costo dell'intero sistema elettrico quando viene adottato il V2G. Inoltre, fino a 3.300 euro può essere salvato all'anno in termini di costi operativi della loro rete.Infine, circa i proprietari di EV e gestori di flotta...

V2G/V2X è redditizio per i proprietari di EV e per i gestori di flotte EV?

Lo stesso rapporto di Nissan, E.On Drive e l'Imperial College di Londra ha anche evidenziato che gli operatori della flotta EV potrebbero guadagnare fino a 776-1386 euro all'anno per ogni veicolo abilitato con capacità V2X. Come è possibile? Un gestore di flotta EV può fornire servizi commerciali V2G per il controllo della frequenza o per la gestione del peak shaving.

  1. Modello di business V2G di controllo della frequenza: Attraverso la comunicazione attiva con la rete, gli EV di una flotta forniscono energia o prelevano energia dalla rete in risposta al suo valore di frequenza corrente.
  2. Gestione del modello di business del Peak Shaving V2G: Durante i periodi di picco, i veicoli elettrici forniscono energia alla rete per soddisfare la domanda di elettricità eccessivamente alta. Mentre durante le ore non di punta, i veicoli elettrici vengono caricati fino al loro stato normale.

Ti stai chiedendo se qualcuna di queste attività V2G influenzerà la durata della tua batteria EV? L'ho spiegato in dettaglio in questo articolo. Tuttavia, ecco qualcosa da notare; di questi modelli di business V2G, l'applicazione di controllo della frequenza favorisce maggiormente la durata della vita delle batterie degli EV, in quanto comporta un ciclo di carica/scarica della batteria poco profondo.Per i proprietari di EV, partecipare al V2X ridurrà i loro costi di ricarica. Secondo un rapporto che ho letto, hanno simulato un normale veicolo elettrico considerando le tariffe elettriche e i modelli di ricarica tipici. Hanno scoperto che la partecipazione al V2G ridurrebbe i costi di ricarica per un proprietario di un EV del 13,6%. Tuttavia, per un proprietario di un EV, il V2X offre benefici minori rispetto ai gestori di flotte.

In conclusione.

Anche se il V2X non ha raggiunto il suo livello massimo a livello globale, il suo quadro ha cominciato a prendere forma. Le parti interessate, come i produttori di automobili e i produttori di EVSE, hanno iniziato a creare veicoli e caricatori per veicoli elettrici adatti al V2G e a tutte le forme di V2X. Questo include la realizzazione di batterie per veicoli in grado di effettuare la ricarica bidirezionale. In Italia, progetti V2X come il progetto C-roads sono già iniziati. Tuttavia, il focus è sulla connettività dei veicoli con la strada, varie forme di infrastrutture e altri oggetti in movimento o fermi. Questo per far sì che le strade diventino più sicure con auto più innovative che le percorrono. Alcuni progetti V2X in Europa che coinvolgono V2G come quello di Sono Motors a Utrecht e il progetto NewMotion V2G nei Paesi Bassi, tuttavia, riguardano il settore energetico in modo significativo.Questo blog fa parte di una serie V2X. Continua con gli altri blog della serie.

  1. Sette (7) progetti globali V2X che dovresti conoscere.
  2. Come i veicoli elettrici aiuteranno a stabilizzare le reti di distribuzione e trasmissione.
  3. Infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici AC vs DC.
  4. Le attività V2G degraderanno la durata della batteria del tuo veicolo elettrico?
  5. Tutto quello che devi sapere su V1G, V2H, V2B, V2G e V2X

Commenti

Non ci sono ancora commenti, sii il primo...

Fateci sapere cosa ne pensate

Grazie! Il tuo commento è stato inviato!
Ops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.
Iscriviti alla nostra newsletter
Chiudere Cookie Preference Manager
Impostazioni dei cookie
Cliccando su "Accetta tutti i cookie", acconsenti alla memorizzazione dei cookie sul tuo dispositivo per migliorare la navigazione sul sito, analizzare l'utilizzo del sito e assistere i nostri sforzi di marketing. Più informazioni
Strettamente necessario (sempre attivo)
Cookie necessari per abilitare le funzionalità di base del sito web.
Fatto da Flinch 77
Ops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.